• SportNews.bz on YouTube
  • SportNews.bz on Facebook
  • SportNews.bz on Twitter
  • SportNews.bz RSS Feed

Un colpo italiano in difesa, ecco Stefano Marchetti

Stefano Marchetti

Stefano Marchetti

14. luglio 2017, 20:31 Hockey su ghiaccio

L’HCB Alto Adige torna a rinforzare il proprio reparto difensivo, affidandosi a un giocatore di esperienza, punto fisso della Nazionale italiana e alla sua prima avventura in EBEL: Stefano Marchetti. Il 30enne terzino di stecca sinistra, fratello dell’attaccante biancorosso Michele, vestirà la maglia dei Foxes per la prima volta, dopo 6 anni ad Asiago. Marchetti rappresenta il perfetto mix tra capacità tecniche ed esperienza: oltre alle innate doti difensive, è anche abile a muovere il disco, risultando spesso determinante in fase di assist.

Stefano Marchetti (181 cm x 83 kg) inizia la sua carriera nelle giovanili della sua val di Fassa, esordendo in prima squadra già nel 2002. Nel 2006 l’esordio con la Nazionale senior: una maglia Azzurra che non ha più abbandonato nel corso degli ultimi 11 anni. Nel 2009 passa al Pontebba per due stagioni, prima di accasarsi definitivamente ad Asiago: con gli stellati vive i momenti migliori della sua carriera, vincendo il campionato italiano nel 2012/13 e nel 2014/15 e una Supercoppa Italiana nel 2013/14. Con la squadra dell’altopiano ha anche partecipato tre volte alla Continental Cup, l’anno scorso è invece arrivato in finale di Alps Hockey League poi persa contro il Renon. In 598 partite in Italia Marchetti ha fatto segnare un totale di 191 punti.

“Sono felicissimo – spiega Stefano Marchetti – dopo 6 anni trascorsi ad Asiago con tante soddisfazioni, salire di livello per me è sicuramente una grande sfida. Bolzano è una società di prestigio, l’Alps Hockey League mi ha dato un’idea di quello che potranno essere le trasferte e l’hockey di un campionato mitteleuropeo, sicuramente il livello sarà più alto. Sono contento e allo stesso tempo curioso. Sono un giocatore che in ogni partita lascia sempre tutto sul ghiaccio e questo è una caratteristica che posso garantire ai tifosi. Giocare con mio fratello? E’ una cosa speciale, non tutti hanno la fortuna avere un fratello che pratica il tuo stesso sport e ancora meno sono quelli che hanno l’opportunità di giocarci insieme a questi livelli. Mi ha detto che ci sarà da combattere, ma la cosa non mi spaventa”.

Soddisfazione anche nelle parole di coach Pat Curcio: “Stefano è un difensore d’esperienza – afferma – porta in dote centinaia di partite a livello italiano e internazionale e per noi sarà molto importante: è un difensore che sa far girare bene il disco, pattina molto bene ed è efficace negli special team”. 


 

Età: 99 giorno(i)