• SportNews.bz on YouTube
  • SportNews.bz on Facebook
  • SportNews.bz on Twitter
  • SportNews.bz RSS Feed

William Wrenn, un nuovo baluardo per la difesa biancorossa

William Wrenn (foto: texasstars.com)

William Wrenn (foto: texasstars.com)

8. luglio 2017, 20:10 Hockey su ghiaccio

L’HCB Alto Adige Alperia continua a lavorare sul mercato e, dopo il ritorno di Matt Tomassoni, torna a rinforzare il reparto difensivo: il volto nuovo è quello di William Wrenn, 26enne terzino di stecca destra. Lo statunitense, che vanta una grande esperienza nelle migliori leghe nordamericane, sarà alla sua prima avventura europea.

Wrenn (185 cm x 95 kg) si fa notare fin da giovane per le sue qualità, conquistandosi svariate convocazioni nella Nazionale USA Under 17 e Under 18: nel 2008/09, da capitano della sua squadra, vince i Mondiali U18. Subito dopo, a 18 anni, viene draftato al secondo turno come 43esima scelta totale dai San Jose Sharks e inizia la sua esperienza in NCAA prima e in WHL poi. Nel 2012 sbarca in ECHL, sponda Alaska Aces, dove mette a segno 21 punti in 51 partite, distinguendosi per le sue qualità e giocando anche un totale di 22 partite in AHL con Worcester Sharks e Texas Stars, affiliate delle squadre NHL San Jose Sharks e Dallas Stars. Resta in Texas per le due stagioni successive, vincendo il campionato e facendo segnare anche qualche apparizione in ECHL con gli Idaho Steelheads.

Nel 2015/16 il ritorno agli Alaska Aces, questa volta da capitano, dove brilla disputando la sua migliore stagione con 41 punti in 57 partite.  Si guadagna un paio di partite in AHL con gli Utica Comets e nella stagione 2016/17 un contratto, sempre in American Hockey League, con i Toronto Marlies (affiliata Toronto Maple Leafs) dove mette a segno 9 punti in 41 partite.

Lo statunitense è un difensore two-way, che lavora duro nella zona difensiva, ma sa creare ottime giocate anche nel reparto d’attacco. Fondamentale sarà il suo ruolo negli special team: abile a far girare il disco in powerplay, per il quale è dotato anche di un buon tiro, è ammirato anche per le sue doti da penalty killer.

“Ho sentito grandi cose sulla città di Bolzano e sui suoi tifosi – queste le prime parole di Wrenn da biancorosso – sono felicissimo di poter giocare in Europa e darò tutto quello che posso per aiutare la squadra a vincere. So che la EBEL è un grande campionato, non vedo l’ora di mettermi alla prova. Le piste più grandi mi piacciono, perché si ha più tempo per fare le giocate giuste: certo, c’è da pattinare molto di più, ma il mio gioco ne beneficerà. Per me sarà un’esperienza di vita e spero di costruirmi una grande carriera in Europa. Il mio obiettivo principale sarà senza dubbio quello di vincere con il Bolzano, per mantenere la tradizione vincente di questa società”.

“Wrenn è un ottimo innesto per la nostra difesa – afferma coach Pat Curcio – oltre ad aver un gran tiro, sa anche come far girare il disco soprattutto in situazione di powerplay: è anche dotato di un ottimo fisico ed è stato anche capitano in Alaska. Sarà fondamentale per i nostri special teams”.

 

Età: 20 giorno(i)